mercoledì 15 gennaio 2014

Esclusiva "Il Calcio Albanese": intervista a Roberto Nava, direttore tecnico del Teuta


1) Da direttore tecnico del Lugano è passato in quel di Durazzo. Quando si è fatto avanti per la prima volta il Teuta?

Dal FC Lugano al KF Teuta: è successo tutto in una settimana. Il 27 ottobre appena mi sono liberato dal contratto da Direttore Tecnico che avevo a Lugano è arrivata la proposta del Signor Hasambelliu (presidente del Teuta). La sua voglia di vincere e la sua serietà, sono state l'arma vincente per farmi accettare l'incarico. Le belle parole del mio amico Lirim Zalla, hanno contribuito tanto, ma è stato Eni Imami a dirmi: "Direttore, tre persone come te e il calcio Albanese cambia verso l'alto"...Ed eccomi qui, Durazzo è una grande piazza, con una grande tifoseria e soprattutto sono venti anni che non vince. Una sfida intrigante che ho subito raccolto entrando nella società con GEA SPORT SA(società svizzera) come partner, perché è un progetto non solo di calcio, ma anche di Accademia giovanile e di marketing, poi parliamoci francamente...a Durazzo si sta bene, bella gente,grande mare. Ora i tifosi devono avere solo pazienza e stare uniti, stare vicino al Presidente e non criticare stupidamente, ma sostenere la squadra. Tengo a sottolineare che per il KF TEUTA io lavoro gratis, senza salario, solo per il piacere di vincere.

2) Quale è stato il primo impatto con l'Albania? E visto il suo incarico, quanto tempo ci trascorre mensilmente?

Io ho vissuto in Albania tre anni, venti anni fa.....ritornare dopo tanti anni è stato bello, vedere tutti i cambiamenti di Tirana e di Durazzo è stato interessante, un grande sviluppo. Il primo impatto dopo tanto tempo è stato gradevole, anche perché il Signor Zalla e il grande campione del passato Ilir Imami mi hanno fatto sentire come a casa. Bello, veramente bello! Il mio incarico è importante, ma ho un grande Staff che mi aiuta e con il quale sono sempre in contatto, il Direttor Edi Salillari e il Vice Presidente Niku Braho che parlano italiano, mi danno un grande aiuto. Trascorro a Durazzo circa 10 giorni al mese. Del resto il Teuta è in buone mani e poi con tutta la tecnologia di oggi mi sento quotidianamente con i miei collaboratori tecnici, ovvero con Mister Sorrentino e il suo staff.

3)E' stata una campagna acquisti ottima per il Teuta. In che modo si convincono giocatori come Samb e Shala, che hanno alle spalle esperienze in Seire A, a venire a giocare in Albania?

La campagna acquisti non è ancora finita, perché sta entrando nel vivo adesso, infatti non sono pienamente soddisfatto di alcune scelte che forse sono sopravvalutate e non sono da Teuta . C'è tempo fino a mezzanotte del 31 Gennaio per cambiare. Penso ancora di prendere un bravo attaccante. Poi per convincere giocatori come Samb e Shala che hanno alle spalle esperienze in Serie A a venire a giocare in Albania, è molto semplice, non è un problema economico, basta avere un Presidente come Hasambelliu che ti lascia fare, essere socio di due procuratori come Vigorelli e Contratto, conoscere Sogliano il Direttore sportivo del Hellas Verona, e proporre ai giocatori un progetto serio con finestra sull'Europa. Questi due giocatori insieme costano la metà di qualche altro albanese che non ha voluto venire al Teuta, quindi un buon affare. Ma io penso che, anche l'operazione che ho fatto con Batha è stata ottima. Infatti il Teuta ha i due eterni della U21 Imami e Batha che hanno un sicuro avvenire calcistico anche all'estero, visto la loro giovane età. Ma la vera scoperta è stata Fabio Beqja giocatore al quale abbiamo dato fiducia, e vedo in lui un grande futuro, se resterà umile.

4) Quindi nel mirino c'è ancora un altro attaccante: qual è o quali sono gli obiettivi principali ?

Il passo è obbligato ma la scelta è difficile. Stiamo cercando una seconda punta preferibilmente di esperienza, come Ike Kalu ex Sampdoria o Ruben Cecco ex Tirana, che conosce il calcio albanese, oppure Bebeto dal FC LUGANO in prestito. Ma se Tomislav Busic (ex Vllaznia) si facesse sentire, due parole le farei volentieri con lui. Nel caso firmassimo Busic, automaticamente faremmo giocare Joel seconda punta, e terremmo comunque in casa dandogli fiducia Ermir REZI, un '94 interessantissimo dal sicuro avvenire.

5) Lo Skenderbeu è a nove punti di distanza, credete ancora nella vittoria del campionato o vi accontenterete di un posto per l'Europa League?

Lo Skenderbeu è una squadra forte,fortunata e aiutata. Nove punti sono tanti, ma non dimentichiamo che la crisi il TEUTA l'ha già avuta, e quindi speriamo sia passata. In più lo Skenderbeu dovrà fare i conti ancora con Partizani,Kukesi e Flamurtari e ogni partita è storia a se. Io posso assicurare due cose: una che "i ragazzi del mare" giocheranno 16 finali, l'altra che abbiamo voglia di fare bene e poi vedremo come finisce. La nostra attenzione comunque è anche sulla Coppa Nazionale, che assicura un posto in Europa. Certo che la musichetta della Champions è un'altra cosa e credetemi Hasambelliu la merita tutta. Purtroppo in campo ci sono anche gli altri e la palla è rotonda, lo dimostra il fatto che se il tiro di Hodo (palo) contro il Tirana fosse stato 5 centimetri piu' in la, avremmo due punti in più e un'altra classifica. Il calcio è questo e credo che il Teuta sia in credito con la dea bendata.

6) Il vostro progetto a Durazzo sarà a lungo termine? E dove pensa che potrà portare il Teuta?

Bella domanda. Il progetto è a lungo termine ma con Hasambelliu non ci sono contratti, solo una stretta di mano e un abbraccio tra uomini veri: dove potro' portare il Teuta? Spero a vincere qualche cosa di importante, da dividere con i miei collaboratori,la mia famiglia e tutti i tifosi, anche con quelli che ci sparano adosso.

7) Quale giocatore del Teuta l'ha impressionato maggiormente e a suo parere meriterebbe palcoscenici europei più importanti?

Sicuramente Albi Dosti, giocatore indisciplinato, ma con grandi colpi e grande rapidità, un ottimo trequartista giovane.

8)Ultima domanda: se potesse prendere dalle altre squadre del campionato tre giocatori, chi prenderebbe?

Molto facile, partiamo dai big:Amir Rrahmani, Gerhald Progni e Tomislav Busic anche perché Batha l'ho già preso. Per i giovani di sicuro avvenire prenderei Elis Kabuni, Kevin Pinari, Sindi Kryemadhi e Gabriele Mezini.

Intervista rilasciata in esclusiva al mio amico Enxhi con l'augurio che possa trasformare la sua passione per il giornalismo sportivo in un lavoro obiettivo e competente e che la sua rubrica sia un domani portatrice di un calcio pulito e all'insegna del fair play.

Con affetto:
Roberto NAVA
Direttore KF TEUTA DURRES"




Reazioni: