venerdì 28 febbraio 2014

Esclusiva "IL CALCIO ALBANESE", mister Roberto Sorrentino ci racconta la sua avventura in Albania


Il 14 Novembre il Teuta annunciava il cambio in panchina: via Magani e al suo posto annunciato Sorrentino. L'esperienza dell'allenatore italiano in Albania, è durata fino a martedì scorso, quando il Teuta ha scelto di mandarlo via, causa disaccordi societari. Ecco la breve intervista:

1) Mister, con il senno di poi, rifarebbe quest'esperienza da capo?

Certo, infatti spero di poter tornare presto ad allenare in Albania. Sono certo che lì si possa fare un ottimo calcio.

2) Qual è stata la causa della fine del rapporto Sorrentino-Teuta?

Punti di vista differenti e disaccordi tra il gruppo nuovo(la società svizzera GEA SPORT SA, ndr) che era entrato(quindi quelli che mi avevano portato a Durazzo) e la società Teuta.

3) Dal punto di vista di un grande ex portiere come lei, a che livello sono i numeri uno in Albania?

Sicuramente manca la cultura del portiere, una scuola personalizzata per intenderci. Ma tutto sommato sono paragonibili a portieri dei campionati maggiori di altre nazioni, e ottimamente paragonabili ai portieri della serie B italiana.

4) Tra i giocatori del Teuta, chi l'ha impressionata maggiormente?

Amadou Samb, per vivacità e mobilità. E' un attaccante moderno che accoppia qualità e caparbietà, una sorta di Cavani, con la differenza che Cavani è un attaccante molto più goleador. Un altro calciatore che credo possa diventare un giocatore importante è Nika, che però deve migliorare la fase difensiva, perché come tutti ben sappiamo nel calcio esiste sia la fase offensiva che quella difensiva. Ha sicuramente comunque margini di miglioramento, visto che ha solo 22 anni. Per finire mi ha colpito anche Batha, anche lui giocatore duttile e maratoneta, che accoppia qualità e quantità. 

5) Concentrandoci su Samb: a suo parere, per quale motivo le squadre italiane non hanno puntato su di lui?

Penso per una questione d'esperienza, e quindi è giusto "fargli fare le ossa" come si dice da noi. Comunque sia penso che l'anno prossimo l'attaccante tornerà in Italia.

6) Quali giocatori del campionato albanese meriterebbero di calcare palcoscenici più importanti?

Dal punto di vista delle qualità tecniche, potrebbero essere in tanti. Ma allo stesso tempo, per poter effettuare questo salto di qualità questi giocatori hanno bisogno di modificarsi mentalmente e migliorare sempre, e tanti di questi non sono propensi al sacrificio e ad adattarsi a regole sportive. Elencare tutti i nomi non mi sembra giusto, perché potrei dimenticare qualcuno, ma su tutti penso che Tefik Osmani e Pero Pejic siano pronti per questo salto.

7) Quali saranno le prime tre classificate a fine anno?

Beh, lo Skenderbeu ormai è irraggiungibile. Poi secondo il Teuta e terzo il Partizani Tirana.

8) Lei che ha avuto modo di osservarlo da vicino, cosa ha in più lo Skenderbeu rispetto alle altre?

Intanto sono 4/5 anni che molti giocatori dello Skenderbeu giocano assieme. Poi in rosa ci sono 6/7 giocatori stranieri che hanno permesso alla squadra di acquisire esperienza europea e mentalità di un calcio differente. Infine credo che anche il loro budget, quindi la possibilità di poter spendere di più, rappresenti un'arma vincente anche se devo dire che il Teuta si stava allineando per poterli contrastare.












Superliga, ventunesima giornata: match-point per lo Skenderbeu


Sabato 1 Marzo ore 14

Besa Kavaje - Lushnja

Kastrioti Kruje - Teuta Durres

Domenica 2 Marzo ore 13

Kukesi - Laçi

Bylis Ballsh - Vllaznia

Domenica 2 Marzo ore 14

Partizani Tirana - Skenderbeu

Domenica 2 Marzo ore 17

Flamurtari - KF Tirana


SQUADRA P.TI G V N P F
SKENDERBEU 41 20 12 5 3 30
LAÇI 31 20 9 4 7 24
PARTIZANI TIRANA 31 20 9 4 7 19
KUKESI 30 20 8 6 6 21
TEUTA 29 20 7 8 5 29
BESA KAVAJE 28 20 8 4 8 23
FLAMURTARI (-3) 26 20 8 5 7 24
BYLIS BALLSH 23 20 5 8 7 19
VLLAZNIA 23 20 6 5 9 26
KF TIRANA 22 20 6 4 10 10
LUSHNJA 22 20 6 4 10 18
KASTRIOTI KRUJE 21 20 6 3 11 13



mercoledì 26 febbraio 2014

Coppa d'Albania: Skenderbeu, Teuta, Kukesi e Flamurtari in semifinale




Una cosa prima del sorteggio delle semifinali è certa: la coppa d'Albania avrà un nuovo vincitore, poiché i campioni in carica del Laçi si sono arresi al cospetto dello Skenderbeu, 0-3 il risultato complessivo tra andata e ritorno. Oggi a Korce la squadra di Josa ha vinto per due a zero, grazie alle reti del croato Tomic e del giovane Tahirllari. Il Laçi dal canto suo comunque, credeva nel miracolo e ha schierato la miglior formazione possibile. Contro questo Skenderbeu però non si può fare tanto. I campioni in carica hanno giocato per vincere nonostante avessero già un gol di vantaggio, e se non fosse per un eccezionale Bakaj, il risultato sarebbe stato ancor più pesante.

A Durazzo altra partita a suon di gol tra Teuta e Lushnja. Dopo il sei a due in campionato, e il quattro a due nell'andata dei quarti di finale di coppa (entrambi i risultati a favore del Teuta), oggi la squadra per il momento allenata da Biturku - fino a giovedì quando sulla panchina si siederà Daja - ha trionfato per tre a due. All'iniziale vantaggio ospite con Cela, hanno risposto la doppietta di Nika e la rete di Dosti. Solo per l'onor di cronaca la seconda rete del Lushnja con Loku. Qualificazione mai a rischio, Teuta in semifinale.

Altra rimonta in quel di Kukes. Dopo la vittoria in rimonta di domenica scorsa contro il Flamurtari, la squadra allenata da Starova riesce a recuperare l'iniziale svantaggio anche oggi. La rete ospite di Idrizi ha fatto tremare le gambe ai padroni di casa, ma la paura è durata soltanto un tempo. Nella ripresa infatti ci hanno pensato Cikalleshi e Hysa a sigillare la qualificazione. Continua così il buon momento del Kukesi.

Il quarto di finale con il verdetto più incerto era sicuramente quello che metteva di fronte Flamurtari e Vllaznia. Lo zero a zero dell'andata, lasciava grandi speranze ad entrambi le squadre. I padroni di casa hanno creato molto, specie nei primi tre-quarti di gara, trovando il gol qualificazione al 52' con Abilaliaj. Il Vllaznia ha provato a reagire trovandosi però di fronte la saracinesca eretta da Mocka, decisivo soprattutto su un colpo di testa da azione d'angolo di Beqiri. Il Flamurtari può esultare, mentre il Vllaznia è sempre più in crisi.

Risultati

Skenderbeu - Laçi 2-0 (51' Tomic, 92' Tahirllari)

Teuta - Lushnja 3-2 (50' Nika, 54' Dosti, 67' Nika / 33' Cela, 73' Loku)

Flamurtari - Vllaznia 1-0 (52' Abilaliaj)

Kukesi - Bylis Ballsh 2-1 (60' Cikalleshi, 90' Hysa / 26' Idrizi)

Coppa d'Albania, programma e orari





Mercoledì 26 Febbraio ore 14:

Skenderbeu - Laçi (andata 1-0)

Teuta - Lushnja (andata 4-2)

Flamurtari - Vllaznia (andata 0-0)

Kukesi - Bylis Ballsh (andata 2-1)





martedì 25 febbraio 2014

Il Teuta esonera Roberto Sorrentino, Ilir Daja è il nuovo allenatore


Fino al novantaduesimo di Teuta - Skenderbeu di una settimana fa, Sorrentino e i suoi ragazzi stavano vivendo un vero e proprio sogno: uno a zero alla capolista, - 6 in classifica dal primo posto e l'euforico pubblico di Durazzo che iniziava a sognare la vittoria del campionato.
Renato Arapi però, con la zampata dell'uno a uno al minuto 93 ha riportato tutti con i piedi per terra. Non solo, ha iniziato a trasformare il sogno del Teuta di Roberto Sorrentino in un vero e proprio incubo. L'allenatore - già finito nell'occhio del ciclone della critica settimane fa per alcune scelte per così dire troppo prudenti - è stato prima indicato come il principale colpevole dei due punti in tre partite del Teuta (contro Vllaznia, Skenderbeu e Laçi) e poi, complice proprio la sconfitta contro il Laçi, è stato esonerato dall'impaziente dirigenza di Durazzo. La scelta del presidente Hasanbelliu è comunque ben comprensibile: la squadra, soprattutto sul piano del gioco, faticava parecchio, nonostante a Gennaio fossero stati aggregati alla rosa giocatori del calibro di Samb, Kalu e Shala.
La squadra ora verrà affidata a Ilir Daja, che giovedì condurrà il primo allenamento. L'ex allenatore di Besa Kavaje e Dinamo Tirana, è il terzo allenatore a sedersi in questa stagione sulla panchina del Teuta, dopo Magani e lo stesso Sorrentino.





Qualificazioni Euro 2016: da De Biasi a Ivanovic, le reazioni dei protagonisti del girone I


Gianni De Biasi (allenatore Albania): Non abbiamo avuto fortuna. Penso che sia stato un sorteggio veramente difficile poiché dovremo affrontare squadre fortissime. Affronteremo la realtà dei fatti consapevoli di dover dare il massimo per cercare di arrivare alla qualificazione. 
Conosco il carattere dei miei ragazzi, e se lo metteranno in campo potremmo diventare la sorpresa di queste qualificazioni..




Armand Duka (presidente FSHF): E' un girone veramente difficile. Possiamo sì fare punti con tutte le squadre ma allo stesso tempo potremmo anche perderle tutte. Bisogna rimanere uniti dando il 100% in ogni partita, in modo da fare più punti possibili. Il girone a cinque squadre è sfavorevole? No, non penso cambi qualcosa. Comunque, ritengo che se fossimo capitati nel girone della Grecia le cose sarebbero state più facili sicuramente.

Etrit Berisha (portiere Albania): Il girone è difficile ma c'è un aspetto positivo. Il girone a cinque squadre ci potrà favorire perché abbiamo sempre sofferto contro le piccole squadre, mentre con le big riusciamo a dare sempre il 100%. Per quanto riguarda il confronto con la Serbia sarà unico non solo per me ma per tutti i giocatori in campo. Ho sempre sognato di affrontare la Serbia con la maglia della nazionale albanese.

Branislav Ivanovic (difensore Serbia): Voglio esserci in Francia nel 2016, e il girone sorteggiatoci ci dimostrerà se siamo pronti o meno per quel obiettivo. Il Portogallo è favorito, ma noi e la Danimarca siamo più forti rispetto ad Armenia e Albania. E' solo un giudizio esterno però, perché sarà il campo a darci i verdetti definitivi. Albania - Serbia? Penso che loro abbiano più pressione di noi. 

Ljubinko Drulovic (allenatore Serbia): Non c'è avversario facile. Il Portogallo e la Danimarca a mio parere partono favorite, poi c'è l'Armenia che può mettere in difficoltà chiunque come anche l'Albania, che soprattutto a Tirana gioca un calcio molto aggressivo. Comunque sia abbiamo il potenziale per poter passare questo girone.

Paulo Bento (allenatore Portogallo): Dovremo confrontarci con due nazionali molto forti come Danimarca e Serbia. Le temo entrambe, soprattutto i danesi, perché negli ultimi quattro confronti diretti contro di loro abbiamo vinto soltanto una volta. Albania e Armenia? Teoricamente siamo favoriti su di loro. L'Albania non è una squadra facile da affrontare, lo abbiamo provato sulla nostra stessa pelle nelle precedenti qualificazioni agli Europei.

Erjon Bogdani (ex attaccante Albania): Girone difficile, veramente difficile. Le favorite sono sicuramente Serbia e Portogallo, ma anche la Danimarca e l'Armenia non sono da meno. Con questo non voglio dire che l'Albania non ha speranza, bisogna però essere realisti. Nel calcio nulla è scontato, ma dobbiamo capire che è un girone che sicuramente ci mettere in grandi difficoltà-

Morten Olsen (allenatore Danimarca): Non ha importanza quali squadre sono uscite dalla quarta e dalla quinta fascia a mio parere, anche se contro l'Armenia nell'ultime qualificazioni abbiamo sofferto tantissimo, diversamente invece andò lo scontro contro l'Albania. Oltre alla favorita Portogallo, temo molto la Serbia, squadra in grandissima crescita.

Roman Berezovski (portiere e capitano dell'Armenia): Non è un girone facile. Sono sicuro che ogni squadra lotterà fino alla fine per dire la sua. Il Portogallo è leggermente più forte di tutte le altre compagini, ma dovrò dimostrarlo sul campo. E' passato il tempo in cui l'Armenia aveva paura di squadre con grandi nomi, e la nostra vittoria in Danimarca nelle ultime qualificazioni ne è la dimostrazione. Comunque, nel calcio qualsiasi cosa può accadere.

Valdet Rama (centocampista Albania): Non dobbiamo pensare alla difficoltà del girone. Dobbiamo pensare alla grande gioia che il qualificarsi in questo girone ci potrebbe dare. Con le squadre forti riusciamo a dare il meglio di noi, e questo potrebbe essere un'arma a nostro favore. Non sarà impossibile ma non sarà nemmeno facile. 

Tomislav Karagic ( presidente federazione serba): Credetemi, poteva andare molto peggio. Il Portogallo è sicuramente la favorita numero uno, ma con le altre ce la potremo giocare tranquillamente. Puntiamo alla qualificazione diretta.

Ivan Gvozdenovic (difensore Skenderbeu): (riguardo al confronto Albania - Serbia) So che è una partita molto sentita, ma spero tanto che tutti la considerino come una semplice partita di calcio, niente di più. Sono queste le partite in cui IL CALCIO deve trionfare. Le tifoserie dovranno essere d'esempio, non facendo idiozie, dopotutto è solo un gioco...


lunedì 24 febbraio 2014

Classifica marcatori: Pero Pejic sale a quota 9 reti




D.Xhafaj Teuta 10
T.Busic Vllaznia 10
F.Sefa Besa Kavaje 9
P.Pejic Skenderbeu 9
E.Vucaj Laçi 6
L.Trashi Lushnja 5
S.Cikalleshi Kukesi 5
H.Zeqiri Flamurtari 5
B.Shkembi Skenderbeu 5
B.Kuli Bylis Ballsh 5
S.Izuchukwu Kukesi 5
M.Canka Lushnja 4
A.Joel Teuta 4
M.Brkic Laçi 4
J.Gerxho Bylis Ballsh 4

Kategoria e Pare: l'Apolonia Fier pareggia, l'Elbasani ne approfitta


RISULTATI

Dinamo Tirana - Albpetrol Patos 1-0

Veleçiku Koplik - Himara 2-1

Butrinti Sarande - Mamurrasi 2-1

Tomori Berat - Pogradeci 0-0

Burreli - Apolonia Fier 1-1

Ada Velipoje - Kamza 1-0

Shkumbini Peqin - Elbasani 0-2

Luftetari - Terbuni Puke 2-0


CLASSIFICA

SQUADRA              G                V               N                P            P.TI
Elbasani 18 12 3 3 39
Apolonia Fier 18 10 8 0 38
Dinamo Tirana 18 9 7 2 34
Butrinti Sarande 18 10 3 5 33
Tomori Berat 18 9 4 5 31
Terbuni Puke 18 8 6 4 30
Shkumbini Peqin 18 8 4 6 28
Pogradeci 18 7 6 5 27
Burreli 18 4 7 7 19
Ada Velipoje 18 5 4 9 19
Luftetari Gjirokaster 18 4 6 8 18
Veleçiku Koplik 18 5 2 11 17
Himara 18 4 4 10 16
Albpetrol Patos 18 3 5 10 14
Kamza 18 3 4 11 13
Mamurrasi (-6) 18 5 3 10 12



Kategoria e Dyte: risultati e classifica


GIRONE A

Olimpiku Tirane - Iliria Kruje 1-2

Vora - Erzani 2-0

Domosdova - Shenkolli 1-2

Rrogozhine - Sukthi 1-0

Luzi 2008 - Partizani Tirana B 2-4

Lezhe - Korabi Peshkopi 3-0

Riposa: Turbina Cerrik 



SQUADRA              G                V               N                P            P.TI
Beselidhja - Lezhe 13 12 0 1 36
Iliria Fushe - Kruje 13 11 1 1 34
Vora 13 7 3 3 24
Sukthi 13 6 3 4 21
Partizani Tirana B 13 6 3 4 21
Olimpiku Tirane 13 6 2 5 20
Shenkolli 13 5 3 5 18
Erzeni 13 5 2 6 17
Korabi Peshkopi 13 4 2 7 14
Turbina Cerrik 12 2 6 4 12
Egnatia Rrogozhine 13 2 2 9 8
Luzi 2008 13 1 3 9 6
Domosdova 13 1 2 10 5


GIRONE B

Kelcyra - Delvina 2-0

Gramshi - Sopoti 0-2

Naftetari Kucove - Skrapari 5-1

Memaliaj - Oriku 1-1

Bilisht - Gramozi 2-0

Tepelena - Permeti 3-0


SQUADRA              G                V               N                P            P.TI
Naftetari Kuçove 12 9 3 0 30
Sopoti Librazhd 12 9 1 2 28
Bilishti Sporti 12 8 1 3 25
Tepelena 12 7 2 3 23
Gramshi 12 7 1 4 22
Oriku 12 4 3 5 15
Delvina 12 4 3 5 15
Permeti 12 4 1 7 13
Memaliaj 12 3 2 7 11
Kelcyra 12 2 3 7 9
Gramozi Erseke 12 2 3 7 9
Skrapari 12 1 1 10 4


domenica 23 febbraio 2014

Erjon Vucaj vicino al Corona Kielce


Il mercato in Albania è terminato il 31 gennaio, ma in altre parti d'Europa - come per esempio Norvegia, Ucraina, Svezia, Polonia - le trattative sono ancora nel vivo. Proprio dalla Polonia arriva un interessamento per uno dei migliori giocatori del campionato albanese, ovvero Erjon Vucaj. Il capitano del Laçi è finito nel mirino del Corona Kielce, e sarebbe addirittura già in Polonia per iniziare domani una settimana di prova.
"E' un giocatore interessante. Il classico numero dieci con tantissime doti tecniche. Per alcuni giorni la nostra attenzione sarà su di lui per poi eventualmente firmarlo entro venerdì". Così ha commentato il direttore sportivo dei polacchi Andrzej Kobylanski.
Tutto sembra far pensare che il matrimonio Vucaj - Corona si farà. Il 23enne trequartista è un giocatore di indiscusso valore, che stramerita palcoscenici più importanti del campionato albanese. Ben per tutti, tranne per il Laçi che con molta probabilità dovrà dire addio al suo capitano.



Euro 2016: il calendario completo del girone I



7 Settembre 2014                                                                           

Danimarca - Armenia                                                                    
Portogallo - Albania                                                                      

11 Ottobre 2014                                                                             

Armenia - Serbia                                                                              
Albania - Danimarca                                                                          

14 Ottobre 2014

Danimarca - Portogallo
Serbia - Albania

14 Novembre 2014

Portogallo - Armenia
Serbia - Danimarca

29 Marzo 2015

Albania - Armenia
Portogallo - Serbia

13 Giugno 2015

Armenia - Portogallo
Danimarca - Serbia

4 Settembre 2015

Danimarca - Albania
Serbia - Armenia

7 Settembre 2015

Armenia - Danimarca
Albania - Portogallo

8 Ottobre 2015

Albania - Serbia
Portogallo - Danimarca

11 Ottobre 2015

Armenia - Albania
Serbia - Portogallo


Sunday Superliga: pareggia il Partizani, terza vittoria consecutiva per il Tirana



Vllaznia - Partizani Tirana 1-1 (77' Vukcevic / 70' Mazrekaj)
(Il gol di Mazrekaj)

Tirana - Besa Kavaje 2-1 (17' Gilberto, 19' Kerciku / 13' Celhaka)



SUPERLIGA TOTALE
POS SQUADRA P.TI G V N P F S DIFF M.I.
1 SKENDERBEU 41 20 12 5 3 30 15 15 1
2 LAÇI 31 20 9 4 7 24 20 4 -9
3 PARTIZANI TIRANA 31 20 9 4 7 19 15 4 -9
4 KUKESI 30 20 8 6 6 21 20 1 -10
5 TEUTA 29 20 7 8 5 29 26 3 -11
6 BESA KAVAJE 28 20 8 4 8 23 22 1 -12
7 FLAMURTARI (-3) 26 20 8 5 7 24 24 0 -11
8 BYLIS BALLSH 23 20 5 8 7 19 20 -1 -17
9 VLLAZNIA 23 20 6 5 9 26 28 -2 -17
10 KF TIRANA 22 20 6 4 10 10 18 -8 -18
11 LUSHNJA 22 20 6 4 10 18 28 -10 -18
12 KASTRIOTI KRUJE 21 20 6 3 11 13 20 -7 -19

Euro 2016: Albania nel quasi impossibile girone I



Alle 12 si sono svolti i sorteggi per i gironi di qualificazione degli Europei di Francia 2016. L'Albania è inserita nel girone I, assieme a Portogallo, Serbia, Danimarca e Armenia. Girone che definire difficile sarebbe poco, ma la speranza è l'ultima a morire e quindi fino a quando la matematica ci consentirà di credere alla qualificazione, noi saremo lì a tifare la nostra nazionale..

Ecco i gironi:

Girone A Girone B Girone C Girone D Girone E
Olanda Bosnia Spagna Germania Inghilterra
Kazakistan Andorra Lussemburgo Gibilterra San Marino
Islanda Cipro Macedonia Georgia Lituania
Lettonia Galles Bielorussia Scozia Estonia
Turchia Israele  Slovacchia Polonia Svizzera
Rep.Ceca Belgio Ucraina Eire Slovenia
Gruppo F Girone G Girone H Girone I
Grecia  Russia Italia Portogallo
Isole Far Oer Liechteistein Croazia Albania
Irlanda del Nord Moldavia Malta Danimarca
Finlandia Montenegro Azerbaigian Serbia
Romania Austria Bulgaria Armenia
Ungheria Svezia Norvegia

sabato 22 febbraio 2014

Saturday Superliga: lo Skenderbeu allunga a +10, in attesa del Partizani



Skenderbeu - Kastrioti Kruje 2-0 (43' Shkembi, 79' Pejic)

Lushnja - Bylis Ballsh 2-0 (12' Trashi, 88' Fonseca)

Laçi - Teuta 2-1 (31' Cela, 60' Nimani / 93' Nika)

Kukesi - Flamurtari 3-2 (50' Shamati, 71' Hysa, 80' Cikalleshi / 43' Lika, 85' Abilaliaj)



SUPERLIGA
TOTALE
POS
SQUADRA
P.TI
G
DIFF
1 SKENDERBEU 41 20 15
2 LAÇI 31 20 4
3 PARTIZANI TIRANA 30 19 4
4 KUKESI 30 20 1
5 TEUTA 29 20 3
6 BESA KAVAJE 28 19 2
7 FLAMURTARI (-3) 26 20 0
8 BYLIS BALLSH 23 20 -1
9 VLLAZNIA 22 19 -2
10 LUSHNJA 22 20 -10
11 KASTRIOTI KRUJE 21 20 -7
12 KF TIRANA 19 19 -9