Milan, Coppa Italia ultima spiaggia: Europa e milioni, la svolta passa da Torino

Il Milan festeggia il 3-2 al Torino in Coppa Italia. LaPresse

Il trofeo snobbato negli anni d’oro può dare un senso a una stagione deludente. Pioli ha due missioni: fare l’impresa contro la Juve e regalare il primo titolo a Elliott

Gigio Donnarumma, che di questo Milan è il decano per presenze – 190, alla faccia dei suoi 21 anni – ha ragionato da saggio e chiamato a raccolta il popolo rossonero. Sul suo profilo Instagram ha invitato i tifosi a farsi sentire anche da casa attraverso foto e video da postare sui social: “Per ora purtroppo non vi sarà possibile essere con noi allo stadio, ma contiamo comunque su di voi, anche da lontano”.

Acquisto maglie calcio replica online,maglia Milan replica personalizzate,per fornire il miglior servizio al prezzo più basso. Benvenuti a questo acquisto.

Niente allenamento? E Balotelli scende in campo per George Floyd

L’attaccante si è visto a Piazza della Vittoria in prima fila contro il razzismo: il suo post su Instagram ha subito fatto incetta di “mi piace”

Cancelli chiusi oggi per lui allo stadio per una “guerra” col Brescia che va avanti da diversi giorni, ma Mario Balotelli trova comunque sempre il modo di scendere in campo. Stavolta è in prima fila nella lotta contro il razzismo.

C’era anche lui infatti tra i partecipanti della manifestazione organizzata anche a Brescia, in Piazza della Vittoria, per chiedere giustizia per George Floyd. Mario ha pubblicato un post su Instagram (No Justice No Peace #noracism) che lo ritrae in piazza in compagnia del fratello e di un gruppo di amici: ovviamente il post sta ricevendo una valanga di “mi piace”.

Quante rapine ai calciatori: da Icardi e Balotelli a Pogba e Cavani…

Mauro Icardi ai tempi dell’Inter. Getty

Negli ultimi anni tanti giocatori hanno avuto la stessa brutta esperienza di Castillejo

Il fatto che Samu Castillejo non sia certo il primo calciatore a subire una rapina con una pistola puntata in faccia non rende meno grave la vicenda accaduta a Milano. Ma, anche se ci limitiamo alla sola Italia e agli ultimi anni, purtroppo ci sono moltissimi casi.

NAPOLI —   Il capoluogo campano domina in questa triste classifica: per citare solo i calciatori più famosi, sono stati aggrediti Insigne, la moglie di Cavani (i due poi hanno anche subito una rapina in casa), Zuniga, Hamsik per due volte e la moglie, Fernandez, Aronica, Behrami, Zalayeta e Milik.

Cagliari, la ripresa si complica: infortunio a Nainggolan, a forte rischio per il Verona

Radja Nainggolan. Ciam/Cast

A undici giorni dalla partita contro la squadra di Juric, il Ninja accusa un problema muscolare. Zenga non avrà nemmeno Joao Pedro

Primo campanello d’allarme in casa Cagliari. A undici giorni dalla sfida al Verona, che segnerà anche l’esordio sulla panchina rossoblù di Walter Zenga, i sardi perdono Radja Nainggolan. Il centrocampista, in prestito dall’Inter, si è fermato nell’allenamento di lunedì e le visite mediche hanno evidenziato una distrazione di primo grado del muscolo soleo del polpaccio destro.

Berlusconi pensa già a Milan-Monza in A: “Ibra e Kakà da noi? Mai dire mai…”

Berlusconi con Kakà ai tempi del Milan. Ansa

Il patron dei brianzoli neopromossi in B: “Vivo la nuova avventura con entusiasmo, ma sarò sempre vicino alla mia vecchia società e do ancora suggerimenti. Saliamo in A, poi il mio cuore sarà diviso a metà”

L’amore tra Silvio Berlusconi e il calcio non si è mai interrotto. Ora che l’ex premier e presidente del Milan ha ripreso a occuparsi di calcio nel Monza, fresco di promozione in B, l’entusiasmo riaffiora in ogni dichiarazione.

“Ibrahimovic? Era un nostro obiettivo vero come lo è stato Kakà: poi si sono create delle difficoltà extra-calcistiche e abbiamo dovuto rinunciare. Ma nel calcio non si sa mai: lo dico sia per lui che anche per Kakà. Il nostro mercato per la Serie A? Dobbiamo prendere soprattutto giocatori che siano inferiori ai 23 anni, stiamo cercando i migliori giocatori delle squadre di Serie B e qualcuno anche di Serie C”.

Dybala ha fretta: “Juve, ci sei?”. Vuole un rinnovo da 15 milioni l’anno, ma a 12 si può fare”

Paulo Dybala. Getty

La Signora disposta a farne un nuovo simbolo dopo Ronaldo, ma la Joya ora si aspetta un’accelerazione per il nuovo contratto”

La Juve dice di volerlo blindare, ma non è arrivata all’affondo decisivo per il rinnovo. Paulo Dybala chiede di essere riconosciuto come simbolo, come il più pagato della compagnia bianconera (e di tutta l’A) dopo l’inarrivabile Ronaldo. Sarebbe la messa in pratica di un progetto che la Juve ha esposto, sia pubblicamente che privatamente: Paulo può essere l’uomo attorno a cui costruire il futuro nel dopo Cristiano.

Acquisto maglie calcio replica online,maglia Juventus replica personalizzate,per fornire il miglior servizio al prezzo più basso. Benvenuti a questo acquisto.

Gomez: “Un’Atalanta così mi ha emozionato. Ora tocca a noi: resterà il dolore, ridaremo gioia”

Il Papu: “Si ripartirà tutti da zero: sarà soprattutto una questione mentale. In campo ogni tre giorni non è un problema: mi alleno giocando. Stop alcampionato? A costo di rischiare il 4°posto dico: decida la classifica”

Non ha mai smesso di giocare, anche quando non si poteva: per due mesi, davanti a due milioni abbondanti di tifosi (follower su Instagram), il Papu Gomez si è inventato una partita al giorno. L’incasso migliore con l’iniziativa #thebiggestgame, convocati oltre cento calciatori di tutto il mondo con la loro maglia: ora è quasi tempo di rimetterla, prima di donarla.

Lippi: “Conte e Gattuso due trascinatori. Antonio è un top, Rino lo diventerà…”

Gli allenatori di Inter e Napoli sono stati entrambi allievi dell’ex c.t. della Nazionale. Come Deschamps, Sousa, Zidane. “Il prossimo sarà Cannavaro…”

“Conte, Gattuso, e poi Deschamps, Sousa, Zidane… Sono proprio tanti quelli diventati bravi. Vuol dire che ormai sono vecchio”, sorride Marcello Lippi. Questi però sono due allievi con i quali ha avuto un rapporto “speciale”.

La Figc è da riformare: toccherà al legislatore

Stabilire chi abbia vinto e chi abbia perso a questo punto non ha molto senso. La partita per la salvezza oggi e il rilancio domani del calcio italiano è appena iniziata ed è iniziata nel peggiore dei modi…

Stabilire chi abbia vinto e chi abbia perso a questo punto non ha molto senso. La partita per la salvezza oggi e il rilancio domani del calcio italiano è appena iniziata ed è iniziata nel peggiore dei modi. Ci si aggrappa a un presente basato sulla precarietà perché si è incapaci di guardare al futuro. Avanti così e perderanno tutti, anzi perderemo tutti purtroppo. La spaccatura fra la Serie A e il resto della Federcalcio è un segnale inquietante.

Federer rinuncia alla stagione: “Torno nel 2021”. Us Open: Djokovic verso il forfeit

Roger Federer

Coronavirus: le ultime notizie dall’Italia e dal mondo legate al mondo dello sport

Gli ultimi aggiornamenti sullo sport, dall’Italia e dal mondo, legati all’emergenza coronavirus.

ORE 8.53 – BOXE: RITORNO SUL ING A LAS VEGAS, STEVENSON DOMINA—   Shakur Stevenson ha fermato Felix Caraballo nel ritorno della boxe a Las Vegas dopo la pandemia di coronavirus. Stevenson, campione Wbo dei piuma, ha dominato completamente il portoricano per migliorare al 14-0 con otto knockout. Non c’erano spettatori nel centro congressi Mgm Grand Hotel and Casino a causa della pandemia in corso COVID-19. “È un’atmosfera diversa”, ha detto Stevenson.